“Ti amerò per sempre, anche dopo la morte”. Una storia che ha scioccato i  poliziotti e commosso molte persone

“Ti amerò per sempre, anche dopo la morte”. Una storia che ha scioccato i poliziotti e commosso molte persone

30 Nov 2018 Non attivi Di Vera Santoro
loading...

“Ti amerò per sempre, anche dopo la morte”. Una storia che ha scioccato i poliziotti e commosso molte persone.

Due ragazzi polacchi, Walentyna di venti anni e Karol,  di diciannove, come tutti i ragazzi di oggi, hanno pensato di cercare lavoro all’estero. Si sono trasferiti a Londra, dove hanno affittato un appartamento. Sognavano, un lavoro, una casa, una vita insieme. Entrambi molto innamorati l’uno dell’altro, si davano forza per cercare di superare tutte le difficoltà.

Per Karol, la Walentyna, era l’essenza della sua vita. In tanti lo avevano sentito dire che avrebbe amato quella ragazza per sempre.

La scoperta

Il 19enne polacco per diversi giorni ha nascosto  a tutti, il fatto che la sua ragazza fosse morta e ha vissuto e dormito con lei nella loro stanza. La scoperta raccapricciante, è avvenuta grazie alle segnalazioni degli inquilini dello stabile che hanno avvertito la polizia.

Odore sgradevole

Un odore molto sgradevole cominciò a uscire dall’appartamento. Inoltre nessuno aveva più visto la coppia ne sentito rumori provenire dall’appartamento. Fu allora che gli abitanti dello stabile iniziarono a preoccuparsi.

Il controllo

Gli inquilini, che erano molto preoccupati per quello che stava accadendo, decisero di andare a controllare. Iniziarono a bussare alla porta ed a chiamare, ma non ricevettero alcuna risposta, ne nessuno aprì loro. Decisero di forzare il portoncino ed entrarono. Si ritrovarono di fronte uno spettacolo terrificante. Chiamarono quindi immediatamente le autorità.

Quando la polizia arrivò, ed entrò nella camera da letto dei due giovani, trovarono che sul pavimento giaceva il corpo della ragazza, ricoperta  da una trapunta . Il suo corpo si presentava in uno stato di decomposizione avanzata. Il ragazzo era steso accanto a lei. 

L’arresto

Il diciannovenne fu immediatamente arrestato e trascorse 5 mesi in detenzione.

L’autopsia

L’autopsia non ha rivelato sul corpo della donna nessuna ferita interna o esterna ne ha rivelato alcuna circostanza sospetta che possa essere direttamente correlata alla sua morteSi sa solo che la giovane donna, era affetta da un difetto cardiaco congenito e subì un intervento chirurgico molto grave nella sua infanzia.

Non poteva venire a patti con la sua morte

Durante l’ udienza tenuta presso il tribunale, il giovane ammise solo di aver nascosto la morte di Valentina. Commuovendo tutti ha raccontato: ” All’improvviso, mi sono accorto che il mio amore non respirava più. Lo scossa, l’ho chiamata, ho fatto di tutto, ma lei non c’era più. Non ho chiamato i soccorsi, avevo capito che era morta e avevo paura che me la portassero via. Non sono riuscito a fare i conti con la morte della mia amata, per questo ha dormito accanto al suo corpo. Le ho continuato a parlare, perchè sapevo che anche se il suo corpo non era più con me lei mi era accanto. Nei momenti brutti, le stringevo la mano e lei mi dava la forza per andare avanti. Vi prego non portatela mia! Io l’amo anche oltre la morte!”

Il giovane polacco è stato condannato a quattro settimane di carcere, per occultamento di cadavere, ma la pena è stata sospesa.

Potrebbero interessarti anche

loading...