Spinge un uomo di 74 anni disabile, dall’autobus, solo perchè l’aveva rimproverata. Il figlio di tre anni, della donna, assiste alla scena. Video

Spinge un uomo di 74 anni disabile, dall’autobus, solo perchè l’aveva rimproverata. Il figlio di tre anni, della donna, assiste alla scena. Video

8 Novembre 2019 Off Di Vera Santoro

Spinge un uomo di 74 anni, disabile, dall’autobus, solo perchè l’aveva rimproverata. Il figlio di tre anni, della donna, assiste alla scena. Video

Loading...

Spinge dall’autobus un uomo di 74 anni

Una donna di 25 anni, ha spinto un uomo disabile di 74 anni, da un autobus del trasporto pubblico con conseguenze devastanti.

L’uomo, ha subito innumerevoli ferite a seguito della caduta, ed è morto un mese dopo l’incidente. I fatti si sono svolti a maggio.

Loading...

Ecco come è iniziato tutto

Dopo aver ascoltato pazientemente la donna che imprecava contro i passeggeri presenti in quel momento sull’autobus, Serge Fournier, un uomo di 74 anni, disse alla donna di 25 anni che avrebbe dovuto trattare meglio i suoi compagni di viaggio ed essere più gentile con loro.

Cadesha Bishop, 25 anni, non apprezzò il consiglio del signor Fournier. La sua rabbia era tale, che appena l’autobus si fermò, ed aprì le porte, Cadesha, lo spinse fuori dalla piattaforma dell’autobus. Il signor Serge, rotolò con violenza sul duro marciapiede di cemento.

Non appena Cadesha, si rese conto di quello che aveva fatto, prese il suo bimbo e indietreggiò fino a raggiungere i sedili posteriori, dove si nascose, nella speranza di non essere identificata.

Spinge l’uomo disabile

L’uomo, presentava una evidente disabilità, tanto che per potersi muovere, usava un deambulatore.

Questo però, non imperdì alla donna, di scaricare la sua rabbia, sul pover uomo.

L’anziano, nella caduta, colpì violentemente la testa. Subito i presenti al crudele fatto, accorsero e lo soccorsero, in quanto l’uomo era rimasto immobile a terra.

Trasportato in ospedale urgentemente, purtroppo le sue condizioni peggiorano in breve tempo. Purtroppo non ce l’ha fatta, ed è morto.

spinge

Coroner

Dopo la sua morte, il coroner ha riferito che l’uomo, dalla caduta ha riportato diverse ferite e non solo alla testa. Viste poi le sue già condizioni precarie di salute, sono subentrate molteplici complicazioni che hanno portato alla morte il signor Serge.

Le forze dell’ordine di Las Vegas hanno etichettato la morte dell’uomo come un omicidio.

Una delle cose più scioccanti, di tutta questa assurda e orrenda situazione, è che la Bishop aveva con sé il figlio di appena tre anni, che assistette impotente a tutta quella violenza gratuita.

All’inizio di questa settimana, il dipartimento di polizia metropolitana di Las Vegas ha voluto rendere pubblica la videocassetta registrata dall’autobus, affinchè ognuno potesse vedere cosa fosse accaduto.

In molti infatti non potevano credere che una ragazza così giovane, avesse potuto commettere una simile viltà.

L’avvocato della donna, ha riferito alle autorità che la donna soffrirebbe di un disturbo mentale non trattato, che ha ostacolerebbe la sua capacità di trattenere la rabbia.

Noi ci chiediamo, se è veramente così, perchè nessuno ha provveduto ad allontanare da lei il figlio di tre anni?

Loading...