Sembrerà assurdo, ma una volta, durante il periodo, le donne indossavano questo “intimo”.

Sembrerà assurdo, ma una volta, durante il periodo, le donne indossavano questo “intimo”.

14 Aprile 2018 Off Di Vera Santoro

Sembrerà assurdo, ma una volta, durante il periodo, le donne indossavano questo “intimo”.

Al giorno d’oggi le donne non hanno assolutamente più problemi a prendersi cura della propria igiene personale durante le mestruazioni. Ma le cose un tempo non erano così semplice.

 LA STORIA E I PASSI AVANTI

Nell’antico Egitto si usava del papiro ammorbidito.  Nell’antica Roma invece, si usavano pezze di lana o stoffa. In Grecia, venivano usati dei bastoncini di legno a cui veniva avvolta della garza, o un pezzo di spugna o anche del muschio.

Più tardi vennero usati anche pezze fatte con pelle di animale, per lo più di pecore.

Loading...

Il primo assorbente, fu teoricamente inventato nel 1888, da Johnson & Johnson.

Tuttavia, all’epoca non era conveniente parlare di queste cose e quindi l’invenzione cadde quasi nel dimenticatoio.

Solo intorno ai primi anni del 1900. si iniziò a parlare e a trovare una soluzione adatta per le donne.

Queste indossavano cinture igieniche

Erano cinture, a cui poteva essere legata una pezza di lino.

I tamponi Tampax, fecero la loro comparsa già tra il 1920/1930, furono inventati dal dottor Earle Haasda.  Non furono ben visti, in quanto si credeva che potessero togliere la verginità.

Loading...

Il prodotto veniva venduto esclusivamente alle donne sposate.

All’inizio fu chiamato “accessorio catameniale”. L’evoluzione e l’uso maggiore si ebbe intorno agli anni ’40, quando le donne presero il posto degli uomini che si trovavano in guerra.

Le prime pubblicità anche se molto criticate, comparvero solo intorno agli anni ’50. Veniva considerato ancora sconveniente parlare di queste cose!

Negli anni ’60 nacquero i tamponi riutilizzabili. Negli anni ’70 nacque l’assorbente con le ali.

Negli anni ’80 i primi  tamponi, con applicatori di plastica.

Per la prima volta, la parola “periodo”, venne usata per descrivere il ciclo mestruale. Oggi la scelta è varia e vasta e ogni donna ha una vasta scelta e parlarne non è più un tabù, ma viene ormai considerato come un evento naturale.

Loading...