Ragazzo di 10 anni dipendente da Spaghetti e Soda raggiunge i 190 chili

Ragazzo di 10 anni dipendente da Spaghetti e Soda raggiunge i 190 chili

9 Febbraio 2019 Off Di Vera Santoro

Ragazzo di 10 anni dipendente da Miojo e Soda raggiunge i 190 chili

Ci chiediamo come sia possibile, una cosa del genere, eppure, questo bimbo,
Ayra, pesa bem 190 chili.

Ogni giorno mangiava 5 buste di spaghetti istantanei e diversi litri di soda

I genitori del bimbo,  Ayra, Rokayah, 36 anni, e il padre Ade Somantri, di 45 anni, hanno detto che l’appetito del loro figlio era al di fuori di ogni immaginazione. Aveva sempre una fame insaziabile.

Raccontano, che nonostante facesse cinque pasti al giorno a base di riso, pasta e carne, contnuava a lamentarsi di avere fame. Una fame atavica e inspiegabile.

Loading...

I dottori, sono rimasti sbalorditi e sconvolti dal caso di Ayra, ed hanno cercato di aiutarlo, prima che fosse troppo tardi

Hanno fatto si che iniziasse una dieta sana, bilanciata e controllata. Purtroppo gli stessi medici, hanno visto ch il piccolo nonostante fosse seguito e sempre sotto controllo, non riusciva a perdere molto peso. Provarono allora, con una dieta più restrittiva, ma il massimo che riuscì a perdere, durono solo 9 chili in 4 mesi.

Troppo pochi

A quel punto, non hanno visto altra soluzione, che quella di sottoporlo ad un intervento chirurgico, per ridurre le dimensioni del suo stomaco.

Nelle due settimane, successive all’intervento, il bimbo è riuscito a perdere circa 16 chili.

Il peso del ragazzo era talmente eccessivo, che nonostante la perdita di circa 25 chili, aveva ancora grandi difficoltà ad alzarsi o a camminare.

Ayra aveva dovuto abbandonare anche la scuola

Purtroppo anche vestirsi, era diventato un problema e Ayra passava la maggior parte del tempo, indossando solo un paio di pantaloncini.

I primi tempi, dopo l’intervento, sono stati molto duri. Il suo stomaco, non riusciva a reggere nessun cibo o bevanda, per cui Ayra, rigettava tutto.

Il bambino, ad oggi ha già perso 20 chili, ma dato che il suo peso era molto superiore al normale, ha ancora bisogno di perdere molto peso.

I medici hanno impiegato due ore per eseguire la gastrectomia, ossia la riduzione dello stomaco.

Oggi il ragazzo ha ripreso l’abitudine di bere il latte, non beve più soda e non mangia pià tutta quella pasta. I medici, hanno calcolato che il piccolo da solo, mangiava la stessa quantità di cibo adatta a sfamare più di quattro uomini adulti.

Le malattie

Ayra correva il rischio di soffrire di malattie cardiache, diabete e disturbi respiratori a causa dell’obesità patologica.

Se non fosse stato trattato immediatamente, rischiava di morire!

Cattive abitudini alimentari hanno portato il bambino a soffrire di obesità patologica.

I genitori del ragazzino, hanno voluto lanciare un appello:

“Il nostro consiglio è che si deve stare attenti a ciò che i figli mangiano e bevono. Non permettete loro, di nutrirsi come vogliono. Non sentitevi in colpa se dite qualche no. Il caso di Ayra è la prova che spesso per amore, si arriva quasi a perdere ciò che si ama!”

Loading...