Porta le ceneri di sua moglie al dottore che l’ha rimandata a casa, poche ore prima della sua morte. Lui si era rifiutata di visitarla, perchè non aveva preso l’appuntamento!

Porta le ceneri di sua moglie al dottore che l’ha rimandata a casa, poche ore prima della sua morte. Lui si era rifiutata di visitarla, perchè non aveva preso l’appuntamento!

11 Agosto 2019 Off Di Vera Santoro

Porta le ceneri di sua moglie al dottore che l’ha rimandata a casa, poche ore prima della sua morte. Lui si era rifiutata di visitarla, perchè non aveva preso l’appuntamento!

Loading...

Porta le ceneri al dottore

 María Luisa Amores Blanco , di 65 anni, è morta il giorno prima di andare in pensione. Inaspettatamente e all’improvviso, iniziò ad avvertire un forte mal di testa. Stava così male, che il marito, Germán Castellanos , decise di farla visitare immediatamente da un medico.

La portò presso il centro sanitario di Lugones de Asturias  . Logicamente, vista l’urgenza, non pensò di dover prendere alcun appuntamento. Purtroppo il dottor che era presente al momento del loro arrivo, non ebbe alcun riguardo verso la donna e suo marito. Il medico, senza mezzi termini, comunicò alla coppia che era obliterato di lavoro e che dovevano tornare a casa, in quanto per un semplice mal di testa lui non poteva perdere tempo!

Loading...

Maria, morì tre ore dopo aver lasciato il centro!

Germán, qualche giorno dopo la triste dipartita della donna, si è presentato presso il centro sanitario con le ceneri di sua moglie.

porta

Questo è il racconto fatto da German:

Siamo venuti qui al centro, perchè era una emergenza. Il pronto soccorso dell’ospedale, era troppo distante. Purtroppo, il dottore era molto arrabbiato, perché non avevamo preso un appuntamento, quindi l’ha rimandata a casa senza nemmeno visitarla.

Attualmente sto aspettando i risultati dell’autopsia, dopodichè intraprenderò un’azione legale contro il medico, se scoprirò che la morte di mia moglie, è stata causata da una sua negligenza.

Oltre alle ceneri, ho portato saponi “per pulire le coscienze“, cento euro come pagamento per la consulenza medica che è durata tre minuti, fiori e un invito all’hotel “Las Viñas”, come ringraziamento per la non gentilezza con cui ci hanno trattato e per i servizi non forniti.

Io e Maria, avevamo in programma di iniziare a viaggiare, riposarci e divertirci, dopo una vita di lavoro e sacrifici. Avevamo tanti sogni da realizzare, ed ora tutto si è volatilizzato

Abbiamo lavorato per 48 anni e ora con Maria, volevamo goderci un pò la vita. Per me lei era tutto. Senza di lei sono completamente solo e non so dare più un senso alla esistenza.”

La denuncia di Germán ha commosso migliaia di persone che hanno espresso il loro sostegno e sperano che giustizia venga fatta, sebbene nulla possa ridargli la gioia di avere ancora accanto a se la sua Maria

Loading...