Playboy: una famosa ex modella dopo molti anni, fa una terrificante confessione. Le sue parole sono come una doccia gelata in un mondo che guarda solo all’apparenza!

Playboy: una famosa ex modella dopo molti anni, fa una terrificante confessione. Le sue parole sono come una doccia gelata in un mondo che guarda solo all’apparenza!

2 Agosto 2019 Off Di Vera Santoro

Playboy: una famosa ex modella dopo molti anni, fa una terrificante confessione. Le sue parole sono come una doccia gelata in un mondo che guarda solo all’apparenza!

L’ex modella di Playboy

I lettori di Playboy, la ricordano per il suo fascino e per quanto fosse disinibita e sensuale.

Lei è Jessica Landon, visse per molto tempo a casa di Hugh Heffner. La sua vita si divideva tra il set fotografico, le feste tenute a casa di Heffner, l’alcool, la droga e il sesso.

A 26 anni, aveva già toccato il fondo! Beveva anche per 24 ore continuativamente, senza dormire e mangiare. Non riusciva a lavorare se non era ubriaca. L’alcool, era diventato la maschera dietro alla quale ,nascondeva la sua vergogna.

Loading...
playboy

Quando fu cacciata dalla redazione toccò il fondo

Si sa che le modelle hanno vita breve e quella di Jessica durò il tempo di qualche tiratura di stampa. A 26 quando ormai il suo volto e il suo corpo non erano più un’attrattiva, fu cacciata dalla redazione.

E’ lei stessa a raccontare la sua storia:

Passai in breve tempo dall’essere famosa e ricercata, a diventare una ubriaca e senzatetto. Dormivo per strada o dove capitava. A volte rimanevo stesa per giorni, perchè non avevo nemmeno la forza di alzarmi nemmeno per andare in bagno. Fu così che  l’urina iniziò ad infettare le mie piaghe da decubito. Ero un disastro. I miei organi interni erano logori come quelli di un vecchio. Oggi non bevo più. Sono sobria dal 3 gennaio 2014 e racconto la mia storia, nella speranza che possa essere di aiuto alle altre persone.

Come approdò al mondo dello spettacolo? 

Quando aveva solo 19 anni, si trasferì da Rancho Cucamonga in California a Los Angeles per seguire i suoi sogni. Bellissima ragazza, fu immediatamente notata e divenne ben presto una “ragazza coniglietto”, tra le più ricercate e apprezzate dalla stampa.

Il mio motto era: “Si vive solo una volta”. Per questo vivevo tutto all’eccesso. Quando ero molto giovane, fui molestata da una babysitter. Quella, fu una storia che segnò parte della mia vita in maniera negativa. Avevo vergogna, ma volevo nello stesso tempo mostrarmi e riuscii a superare quel dualismo iniziando a bere. Come succede a molti bambini che sono stati abusati, anche io mi sono sentita in colpa L’alcool mi aiutava a dimenticare.

Alla fine, l’alcol ha assunto il potere sulla mia vita. 

Quando mi ritrovai abbandonata e sola, le mie condizioni fisica e psicologica, peggiorarono. Non mangiavo nulla, preferivo spendere i pochi soldi che racimolavo in alcool. Alla fine, il mio stomaco non ce la fece più. Regolarmente, ogni giorno, vomitando sangue. 

Non avevo nemmeno più la forza e la capacità di alzarmi per usare il bagno perché ero troppo debole. Sono rimasta immobile sdraiata sopra i miei stessi escrementi per quasi un mese … Stavo morendo … L’acido delle mie urine mi stava mangiato la pelle sui fianchi e sul coccige. Alla fine avevo infezioni da per tutto. Il mio corpo stava marcendo. Mi sono resa conto che stavo morendo. 

Durante un attimo di lucidità, sono riuscita a chiamare un mio ex, ed a chiedere aiuto. Dopo poco arrivò un’ambulanza che mi salvò!”. 

Oggi Jessica è una donna nuova. Dell’ex ragazza playboy non c’è più nulla!

playboy

Ha creato un sito Web, per cercare di aiutare chi combatte con la dipendenza. 

Aiutare gli altri è profondamente soddisfacente e crea un senso di appartenenza che penso sia salutare per l’anima. Penso che condividere le nostre storie, sia come una medicina potente e curativa. Lo considero anche una benedizione, in questo mondo dove non c’è empatia e cordialità. L’alcol è onnipresente, eppure uccide più persone all’anno di tutti gli altri stimolanti … Per me, questa è una vera tragedia socioculturale. Il modo in cui è pubblicizzato e glorificato ovunque, quando dovrebbe essere invece vietato o almeno limitato!”

Loading...