Nessuno dei due genitori vuole la custodia dei bambini: li abbandonano sul marciapiede, sotto la pioggia, in pigiama

Nessuno dei due genitori vuole la custodia dei bambini: li abbandonano sul marciapiede, sotto la pioggia, in pigiama

22 Maggio 2019 Off Di Vera Santoro

Nessuno dei due genitori vuole la custodia dei bambini: li abbandonano sul marciapiede, sotto la pioggia, in pigiama

Loading...

Nessuno dei due genitori

Questa storia, ha dell’incredibile, ed è così assurda che si fa fatica a credere che possa essere vera, o quanto meno, che possano esistere personi simili.

Essere un genitore, implica l’obbligo di prendersi cura della propria prole e non solo per un amore, che dovrebbere essere innato, ma proprio per legge.

Loading...

Ebbene questi due genitori hanno eluso tutte le aspettative sia morali che giudiziali.

Il padre, un uomo di trenta anni e la madre, una donna di venticinque anni, sono stati condannati dal tribunale dell‘Aisne a 8 mesi di reclusione, pena poi sospesa dalla condizionale.

Il loro crimine

Questi due pseudo genitori, non avrebbero lasciato, ma hanno proprio letteralemente abbandonato i loro due bambini, di 4 e 6 sul marciapiede, in pigiama, sotto la pioggia. 

nessuno

Il loro padre non li voleva, perché come lui stesso ha ammesso, i due bimbi erano vivaci e stavano logorando il suo sistema nervoso, facendolo diventatare pazzo. Non riusciva a seguirli e stare loro dietro.

Dal canto suo, la madre, si è giustificata dicendo che era fuggita dalle sue responsabilità genatoriali, in quanto si sentiva oppressa dal dover assistere i suoi due figli, dopo una settimana di lavoro e la cosa stava diventando insostenibile

Il loro, era un rapporto coniugale difficile, tanto che nel 2018, entrambi decisero di separarsi, ma decisero entrambi in buon accordo, di condividere la custodia dei loro due bimbi. 

L’accordo assunto davanti al giudice, fu che l’uomo si sarebbe preso cura dei figli durante la settimana, mentre la madre avrebbe tenuto i piccoli i fine settimana e i periodi festivi.

Tutto ciò, pero fu largamento disatteso da entrambe le parti, in quanto nessuno dei due all’atto pratico, era pronto a prendersi cura dei propri figli.

La madre davanti ai giudici si è giustificata dicendo che lavorando tutti i giorni, il fine settimana, la casa era in condizioni tali, da non essere igienicamente pronta ad ospitare i figli.

Il padre sempre davanti al giudice, ha dichiarato che lo stress accumulato nell’accudire i bambini, lo stava portando a diventare un tipo violento.

Sta di fatti che questi piccoli, sono diventati delle palline da tennis, lanciate da una parte all’altra. Alla fine come un gioco che non interessa più, abbandonati…..anzi abbandonati in pigiama sotto la pioggia, lungo un marciapiede!

Nessuno dei due li ha voluti. Questi non sono genitori, sono proprio dei criminali!

Questo è quello che effettivamente è accaduto. Il padre, ha portato i figli dall’ex moglie, che si è però rifiutava di tenerli. L’uomo allora, se ne è andato, lasciando i figli alle cure della loro mamma.

La donna, irritata da quella imposizione, ha lasciato la sua casa con i figli e ha rincorso l’uomo. Non riuscendo a trovarlo, ha lasciato i due poveri piccoli sul marciapiede, di fronte casa del padre.

L’uomo, che era in macchina, quando ha visto che davanti casa sua, c’erano i figli, non è sceso, ma ha proseguito incuranti di loro.

Una anima pia

I bambini, benchè piccoli, quando si sono visti abbandonati, hanno cercato di raggiungere prima l’uno e poi l’altro genitore, ma entrambi janno continuato per la loro strada.

Un vicino, che ha assistito all’assurda scena, ha accolto i bambini in casa sua, ed ha chiamato prontamente le autorità.

Entrambi, sono quindi stati condannati per aver abbandonato i bambini. La loro pena, è stata di otto mesi di carcere, anche se in effetti non hanno scontato neanche un giorno di pena, essendo entrambi incensurati,la condanna, è stata sospesa. Dovranno però pagare una pena pecuniaria per ciascuno dei figli.

Il padre, dovrà versare ad ogni figlio, a titolo di risarcimento la somma di 3.000 euro, la madre invece 2.000 euro.

I piccoli, dopo che i genitori, hanno espresso ampiamente e con forza il loro rifiuto di accudirli, sono stati dati in affido ad una famiglia.

Il giudice, nella speranza che queste persone, possano ravvedersi, ha concesso loro di poter visitare i bimbi, una volta al mese, ma solo per un’ora.

Noi, non abbiamo parole!!!


Loading...