loading...
Karina, 28 anni, ha un tumore di 40 kg che continua a crescere… oggi, ha fatto una scelta coraggiosa!

Karina, 28 anni, ha un tumore di 40 kg che continua a crescere… oggi, ha fatto una scelta coraggiosa!

5 Aprile 2019 Off Di Vera Santoro

Karina, 28 anni, ha un tumore di 40 kg che continua a crescere… oggi, ha fatto una scelta coraggiosa!

loading...

Nessuno vuole darmi lavoro a causa del mio aspetto

loading...

Karina Rodini, 28 anni, soffre di neurofibromatosi di tipo 1 (NF1), una malattia rara che causa tumori alle gambe.

Il suo caso è peggiorato, nel tempo, tanto che i tumori ora pesano 40 kg . La sua è una sofferenza oltre fisica, anche psicologica. Purtroppo a causa della sua malattia, non solo non trova lavoro, ma ha problemi anche a relazionarsi con le persone.

Ora, ha deciso di parlare apertamente della sua vita e così aiutare tutte quelle persone, che vivono una situazione simile, a non vergognarsi più .

Karina vive a Curitiba, in Brasile. Quando i medici scoprirono la sua malattia, aveva solo due anni . La sua salute, peggiorò durante l’adolescenza. All’iniziò i genitori, si accorsero che sulle gambe della loro bimba, erano comparsi dei piccoli segni a livello epidermico.

Più la piccola cresceva, più la pelle delle sue gambe cresceva. Oggi ha raggiunto  delle dimensioni incredibili.

Come tutte le persone con dei problemi, Karina si sente esclusa . 

La sua malattia, le ha anche impedito di trovare un lavoro stabile. La giovane donna iniziò a lavorare dall’età di 16 anni. Sfortunatamente, le sue condizioni fisiche, la portavano spesso a doversi rivolgere ai medici e a subire ricoveri in ospedale, per cui alla fine, fu licenziata .

Cercò invano altri lavori, ma sempre senza risultati:

Nessuno mi vuole dare lavoro a causa del mio aspetto. 

Karina, oggi, ha deciso di combattere e non si nasconde più

Karina, ha subito innumerevoli interventi, ma purtroppo non è riuscita mai a risolvere i suoi problemi. Oggi è stanca di nascondersi, ed ha deciso di mostrarsi per quella che è.

Non è semplice, ma oggi, cerco di superare le mie incertezze e mi mostro per quella che sono. Nel corso degli anni, ho scoperto che sempre più persone, sono colpite dalla mia stessa malattia, per questo ho deciso di condividere la mia storia!

Il mio messaggio è rivolto a chi soffre di una qualsiasi patologia che lo porta a nascondersi, a rimanere chiuso in casa per non esporsi ai giudizi, agli sguardi. Non devi nasconderti e stare a casa ed essere depresso solo perché hai una malattia.

Farlo, non ti farà guarire, ma ti farà morire giorno per giorno. Ti renderai conto ad un certo punto, che sei morto, ancor prima che la morte stessa, ponga fine definitivamente alla tua esistenza.

Non devi pensare che per te non ci sia alcuna opportunità. Vivi, vivi, vivi e non morire per nessuno. Nè per i giudizi, nè per gli sguardi! “

loading...