Inietta sapone e candeggina nel corpo della sua bambina perché a lei non piaceva

Inietta sapone e candeggina nel corpo della sua bambina perché a lei non piaceva

23 Giugno 2019 Off Di Vera Santoro

Inietta sapone e candeggina nel corpo della sua bambina perché a lei non piaceva

Ci sono persone, che non sono degne di essere classificate essere umani e nemmeno bestie. Si dovrebbe, veramente coniare un nome, per classificarle!

Una madre indegna

Questa storia, farà veramente ribollire il sangue nelle vene, a molte persone.

Per la terza volta dalla nascita, Eylul Miray, di appena 18 mesi , è stata ricoverata in ospedale, ad Istanbul, in Turchia.

Loading...

Fortunatamente la piccola, non è affetta da nessuna malattia, ma purtroppo è solo figlia di una donna indegna. Per fortuna al terzo ricovero, i medici, hanno iniziato a sospettare che qualcosa non andava.

La polizia

Hanno informato immediatamente le autorità. La piccola, Eylul Miray, in grave condizioni , venne portata al pronto soccorso da suo padre. Tutti sospettarono che ci fosse qualcosa che non andava, ed iniziarono ad indagare il padre.

Durante l’indagine, la polizia invece scoprì poi con orrore, che la colpevole in questo caso non era altro, che la madre, Elif K.

Immediatamente allontanata dalla figlia

La donna, all’inizio, cercò di discolparsi da ogni accusa, poi messa alle strette, confessò di aver torturato sua figlia, da quando aveva solo 1 mese!

La confessione

Non potevo e non riuscivo ad amare mia figlia, non sono mai riuscita ad attaccarmi a lei. Così ho deciso di torturarla, nella speranza che morisse!” ,ha detto al pubblico ministero durante il processo.

” Da quando aveva un mese, ho messo candeggina e sapone liquido nelle orecchie, nel naso e nell’ombelico fino a farla sanguinare, ma mi sono resa conto che aveva deciso di sfidarmi e di farmi del male…..non è mai voluta morire!

Il padre

L’uomo, che aveva iniziato a sospettare qualcosa, ha voluto vederci chiaro, portando lui la piccola in ospedale, dopo il suo ultimo malore.

All’ inizio, aveva creduto che la piccola avesse poche difese immunitarie e per questo stava sempre male, ma poi si rese conto che presentava spesso dei tagli che la moglie copriva dicendo che Eylul Miray, se li procurava da sola!

In tribunale la piena confessione

“Le  ho iniettato candeggina e sapone liquido e l’ho tagliata con una lama di un rasoio sia sopra la testa, sopra gli occhi, le gambe, le braccia e il petto. Poi, quando era in ospedale, le ho iniettato del sapone liquido. Con una siringa ho messo il sapone nella flebo, affinchè andasse direttamente nelle vene. Nessuno si è mai accorto di nulla. Le ho anche iniettato la candeggina nelle vene, quando eravamo a casa…..  ”

Finalmente per la piccola, è finito un incubo perché sua madre, è stata riconosciuta colpevole e sarà condannata ad una pena detentiva di moltissimi anni.

Tutti e tre i figli della donna, sono stati affidati al padre.

Loading...