I genitori di una bambina di 4 anni molestata a scuola chiedono aiuto sui social network

I genitori di una bambina di 4 anni molestata a scuola chiedono aiuto sui social network

3 Febbraio 2019 Off Di Vera Santoro

I genitori di una bambina di 4 anni molestata a scuola chiedono aiuto sui social network

Loading...

Non abbiamo parole, se non di vergogna, per la storia che stiamo per raccontarvi. Protagonista della vicenda, è Nelya, una piccola bimba di 4 anni, che frequenta la scuola Joseph-Pinchon a Noyon, in Francia.

E’ vittima di molestie razziste

La bimba, si rifiuta di andare a scuola. Al mattino, quando deve uscire di casa, è ansiosa. La sera, quando torna, piange!

Loading...

I genitori, Diana e Nicolas, , stanchi di vedere soffrire così la loro bimba, hanno deciso di denunciare l’incresciosa situazione prima su Instagram e poi, hanno presentato una denuncia ufficiale alla polizia.

Le offese, i maltrattamenti

E’ la stessa Nelya, ha raccontare ciò che subisce quotidianamente a scuola:

Sembri una scimmia, puzzi. A volte mi picchiano, mi danno degli schiaffi, mi graffiano, mi tirano i capelli, mi tirano forte le guance, mi spingono. Sono cattivi con me e io sono triste per questo!”

I genitori

“Scrivere su Istagram, per noi è stato come prendere un microfono e gridare “Aiuto“. Noi siamo tristi e stanchi di vedere con quanta angoscia e tristezza deve vivere la sua vita la nostra piccola. Una bimba della sua età, dovrebbe sorridere alla vita, non sperimentare una situazione orribile, quasi inumana e disumana

La loro “richiesta di aiuto” è stata ascoltata.

Il video è stato visto da oltre 100.000 persone grazie all’attore Omar Sy e al calciatore del Paris-Saint-Germain, Layvin Kurzawa, che l’hanno condiviso.

I genitori, non pensavano di scatenare un tale interesse. Come loro stesso hanno detto, non volevano diventare famosi, ma solo essere ascoltati. Volevamo solo denunziare una cosa così incivile. Vogliono che Nelya, possa finalmente vivere una vita serena.

Esposto a scuola

Nicolas, già a novembre presentò un esposto a scuola, chiedendo aiuto, affinchè i professori aiutassero i bimbi a far capire loro, quanto fosse sbagliato l’atteggiamento che avevano, nei riguardi della figlia.

Purtroppo la presidente ha preso visione della cosa solo ora.

Queste le sue parole:

Si tratta di evidenziare possibili molestie, che potrebbero essere state perpetrate contro la studentessa. Le attitudini dei bambini sono osservate e seguite e le possibili violazioni delle regole sono oggetto di una cura educativa da parte del team. ”

La polizia

Per ora non è ancora chiaro“, ha detto uno dei poliziotti di Parigi, che ha preso la denuncia fatta da Nicolas “Si tratta di capire cosa è successo veramente. Non ci sono ancora prove. Sembra che inizialmente ci sia stato un grosso equivoco tra i genitori e il team educativo.”

La direttrice

La direttrice, non ha voluto commentare il caso. Ha solo presentato una denuncia in seguito ai numerosi messaggi di odio ricevuti sui social network. 

Loading...