I dipendenti di un noto magazzino aziendale non hanno il tempo di usare il bagno. Devono arrangiarsi con una bottiglia

I dipendenti di un noto magazzino aziendale non hanno il tempo di usare il bagno. Devono arrangiarsi con una bottiglia

4 Giugno 2018 Non attivi Di Vera Santoro
loading...

E’ scoppiata una polemica tra i lavoratori di una grande ditta e la società stessa. I dipendenti, si considerano schiavi di un sistema che lede ogni loro dignità, la società dal canto suo rigetta ogni accusa. Ma vediamo cosa è successo.

DOV’ E’ LA VERITA’?

Chi non conosce Amazon, il gigante americano dell’e-commerce? Il suo fondatore, Jeff Bezos è un uomo che ha costruito la sua ricchezza in breve tempo, sia grazie alla geniale intuizione, sia grazie alle persone che lavorano per lui. Purtroppo i dipendenti che vogliono continuare a lavorare per questo grande marchio, pur di mantenere il proprio lavoro devono fare delle rinunce che toccano l’inverosimile e ledono la dignità di ogni essere umano. Una di queste, è rinunciare ad andare in bagno per espletare i propri bisogni….li fanno in una bottiglia! Un rappresentante dei lavoratori, ha dichiarato: “Chi lavora all’ultimo piano, non ha i bagni vicini, per cui l’unica soluzione immediata è quella di urinare nelle bottiglie. Tutto ciò succede, perchè Amazon è famoso per tenere traccia del tempo  con cui il personale del magazzino riesce imballare i prodotti. Da ciò si evince che andare in bagno comporta una perdita di tempo non ammessa, per cui rischi il licenziamento! Lavoriamo sotto pressione ” Un sondaggio condotto tra i dipendenti di Amazon, pubblicato lunedì, ha rivelato che quasi i 3/4 del personale del centro servizi, temono di usufruire dei servizi igienici per la relativa perdita di tempo che questo comporterebbe. Ogni lavoratore deve imballare due scatole al minuto, quindi alla fine non si ha il tempo non solo di andare in bagno, ma neanche di bere, parlare……..ogni individuo è solo un robot! 

 Amazon, dal canto suo,  ha rigettato in toto il sondaggio, ed ha smentito ciò che viene asserito dai lavoratori, pubblicando la seguente nota: “Amazon offre un luogo di lavoro sicuro e positivo per migliaia di persone in tutto il Regno Unito con retribuzione e vantaggi competitivi sin dal primo giorno. Non abbiamo ricevuto lamentele personali sul fatto che tali cose accadano nella nostra azienda. Ci concentriamo sulla fornitura di un ambiente perfetto per tutti i nostri dipendenti e lo scorso mese, Amazon è stata riconosciuta da LinkedIn, come la settima società più disponibile nel Regno Unito. Siamo ligi e andiamo incontro ai lavoratori e ci occupiamo della loro salute, anche con sedute di fisioterapia. Inoltre i lavoratori hanno a loro disposizione uffici di consulenza legale e finanziaria”

Dov’è la verità?

Potrebbero interessarti anche

loading...