Ha nascosto per anni alle figlie il lavoro che faceva in modo che non si vergognassero di lui e andassero all’università

Ha nascosto per anni alle figlie il lavoro che faceva in modo che non si vergognassero di lui e andassero all’università

4 Dic 2018 Non attivi Di Vera Santoro
loading...

Ha nascosto per anni alle figlie il lavoro che faceva in modo che non si vergognassero di lui e andassero all’università.

Questa è una storia, che parla del sacrificio e del vero amore di un padre, che non ha voluto altro che il meglio per le sue figlie. La storia che leggerete qui sotto è davvero toccante.

 Isdris, è un umile lavoratore del Bangladesh, la cui storia è stata scoperta dalla famosa fotografa GMB Akash. La fotografa ha scritto nel suo account Instagram la commovente testimonianza di questo uomo che ha lavorato instancabilmente come pulitore di fogne,  affinché le sue figlie potessero andare al college.

Non ho mai detto alle mie figlie quale fosse il mio lavoro. Non ho mai voluto che si sentissero in imbarazzo a causa mia. Quando la più giovane mi domandava, che lavoro facessi, le rispondevo sorridente che ero un lavoratore.

Prima di tornare a casa, ogni giorno, facevo la doccia nei bagni pubblici, così non lasciavo traccia del lavoro che stavo facendo. Volevo che le mie figlie andassero a scuola, che fossero educate. Volevo che nessuno  le guardasse dall’alto in basso come facevano con me. Le persone mi hanno sempre umiliato.

Ho investito fino l’ultimo centesimo dei miei guadagni nell’educazione delle mie figlie. Non ho mai comprato una camicia per me.  Ho usato quei soldi per comprare i loro libri. Il rispetto era tutto ciò che volevo per loro. Se loro lo avevano era una rivincita anche per me. Per me che sono un umile pulitore di fogne.

Un giorno, mi sono reso conto che non avevo i soldi per pagare la rata del  collegio di mia figlia. Non aveva abbastanza soldi per pagare le sue lezioni. Quel giorno non  ce la facevo a lavorare. Mi sono seduto accanto alla spazzatura cercando di nascondere le mie lacrime. Non avevo la forza di lavorare.

Tutti i miei compagni mi guardarono, ma nessuno venne a parlarmi. Avevo fallito, il mio cuore era spezzato e non avevo idea di cosa avrei detto a mia figlia. Come le avrei spiegato che non potevo pagare le sue lezioni.

Sono povero Non avrei potuto fare nulla di buono ero una persona povera. Terminato il lavoro, tutti i miei colleghi si avvicinarono e mi chiesero  se potevo sedermi accanto a loro. Prima di darmi il tempo di rispondere, mi  consegnarono tutto quello che avevano guadagnato quel giorno. 

Li ringrazia, ma rifiutai la loro offerta.  Loro insistettero e mi dissero: “Noi possiamo morire di fame oggi, ma tua figlia deve andare al college. “.

Non riuscii a rispondere nulla. Quel giorno non feci la doccia, ma sono andai  a casa più pulito. Mia figlia avrebbe finito l’università.  Oggi, le mie figlie, non permettono che vada più lavorare. Una ha un lavoro part-time e le altre insegnano. A volte mi accompagnano al mio vecchio posto di lavoro e portano da mangiare a tutti i miei vecchi compagni di lavoro.

I miei amici sono felici di vederci, ma un giorno hanno chiesto a mia figlia perchè portava loro sempre da mangiare e lei ha risposto: “Quel giorno, tutti voi siete rimasti senza mangiare per aiutarmi. E’ stato grazie a voi che ho potuto completare gli studi.  Pregate per me. affinchè abbia la forza di   nutrire tutti voi, tutti i giorni, così come voi avete fatto  per me“.

 Ho pregato Dio tutti i giorni, affinchè avessi la forza di dar loro da mangiare. Oggi non mi sento più un uomo povero. Come potrei sentirmi un uomo povero, con una figlia così? ” 

Potrebbero interessarti anche

loading...