loading...
Aiutateci: il nostro bimbo è morto! Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. Solo per caso si è scoperto che era una truffa. La coppia, ha raccolto più di 550mila dollari

Aiutateci: il nostro bimbo è morto! Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. Solo per caso si è scoperto che era una truffa. La coppia, ha raccolto più di 550mila dollari

19 Agosto 2019 Off Di Vera Santoro

Aiutateci: il nostro bimbo è morto! Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. Solo per caso si è scoperto che era una truffa. La coppia, ha raccolto più di 550mila dollari

loading...

“Aiutateci!” Ma attenzione, non è oro tutto ciò che luccica!

loading...

Quello che ha fatto questa coppia, è a dir poco disonesto, immorale e lo definirei anche schifoso.

Kaycee e Geoffrey Lang , una giovane coppia americana della Pennsylvania, rispettivamente di 23 e 27 anni, hanno ingannato tutti inventando e realizzando un piano a loro parere geniale.

Hanno fatto credere, di aspettare un bimbo, ma di non avere le possibilità economiche per crescerlo. Hanno postato foto del pancione di Kaycee e hanno chiesto aiuto.

Sono riusciti anche a procurarsi una ecografia, ed hanno postato anche quella, per rendere più veritiera, la loro sporca menzogna.

aiutateci

In questo modo, sono riusciti a manipolare amici, familiari e persino estranei e ottenere da loro denaro, regali e altri benefici.

Hanno anche avuto la faccia tosta, di organizzare una baby shower.

Alla festa hanno partecipato tantissime persone, anche estranei, che erano venuti a conoscenza della loro precarietà economica e i due furfanti, hanno racimolato molti doni e molti contanti.

aiutateci

“Aiutateci”, il loro nuovo disperato appello…..

Non paghi di quello che avevano accumulato in denaro e oggetti, hanno messo in atto una nuova truffa. Il giorno del presunto parto, hanno fatto credere a tutti, che il loro bimbo era morto appena dopo la nascita!

Si sono serviti di un bambolotto. Lo hanno fotografato ed hanno postato la foto. A questo punto, hanno chiesto aiuto per le spese di cremazione e per il funerale del loro presunto piccolo e amato Easton .

aiutateci

Queste le loro parole:

aiutateci


Successivamente, la coppia ha specificato di essersi rivolta ad una ditta di pompe funebri, che si sarebbe occupata della cremazione e della sepoltura di “Easton”.

Inoltre, si sono appoggiati alla piattaforma GoFundMe, per organizzare una raccolta fondi, per affrontare le spese funerarie.

Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi

Dopo la presunta cremazione del corpo di Easton, Cynthia Dilascio, un’amica vicina ai Lang, ha deciso di fare la sua donazione, portando i soldi direttamente alla ditta di pompe funebri. La donna iniziava ad avere dei dubbi, sulla storia raccontata dai due giovani amici.

Il suo sconcerto, è stato totale, quando le pompe funebri, le hanno comunicato, che non era stato organizzato nessun funerale a nome Easton Lang , né che avevano ricevuto alcun mandato dai presunti genitori. Dilascio, si è rivolta immediatamente le autorità ed ha raccontato ogni cosa.

Le indagini

La polizia, ha iniziato ad indagare, ed ha scoperto che in nessun registro dei vari ospedali, era riportata la nascita del bimbo. Nessuna donna aveva dato alla luce un bimbo con quel nome e nè tantomeno nessun neonato era morto alla nascita.

I due ragazzi, sono riusciti a raccogliere circa 550 mila dollari , tra doni e contanti. Sono stati accusati di rapina, truffa e altri reati minori.

I due giovani contestano le accuse….dopo tutto non hanno fatto del male a nessuno!

loading...