L’ex ragazzo l’ha pugnalata 32 volte. Il soccorritore non solo l’ha salvata, ma ha fatto molto di più

Melissa Dohme e Cameron Hill non dimenticheranno il terribile evento che ha permesso loro di conoscersi, ma è grazie ad esso, che oggi sono una coppia.

COME NELLE FAVOLE

E’una storia vera, anzi una storia che è iniziata in maniera tragica, ma ha il finale ha il sapore di una favola. Melissa poco prima di diplomarsi per proseguire poi con l’università, decise di porre fine alla sua storia sentimentale. Il suo ragazzo un 32, più passava il tempo  più si mostrava un uomo violento e possessivo. Il giovane però non accettò la decisione della donna e la sua rabbia crebbe ad un punto tale da trasformalo in una bestia. Pugnalò la donna per ben 32 volte. Un giorno aspettò nascosto il ritorno della ragazza e Melissa non ebbe nemmeno la possibilità di difendersi.

 Trasportata d’urgenza in ospedale, iniziò a lottare per la sua vita. Quando arrivò presso la struttura ospedaliera, era quasi completamente dissanguata, tanto che dovettero farle una trasfusione con 12 litri di sangue. L’ex fidanzato, sferrò i colpi in ogni parte del suo corpo, colpendola persino in viso.  I fendenti le danneggiarono i nervi, causando una parziale perdita di sensibilità sul lato sinistro del viso. I dottori non erano sicuri che si sarebbe salvata, nè tanto meno se avesse potuto più parlare o condurre una vita normale. Sull’ambulanza che trasportò la ragazza, prestava servizio un ragazzo. Cameron Hill, che rimase turbato quando vide quella Melissa ridotta in quelle condizioni. L’uomo in seguito ha più volte detto, che in dodici anni di lavoro, non aveva mai visto una faccia così massacrata. L’ex ragazzo fu subito catturato e fu condannato all’ergastolo, ma ciò, non fermò la sofferenza a cui stava andando incontro la ragazza. Il suo soccorritore Cameron, non la lasciò mai sola  e la seguì attimo per attimo. Piano piano, tra i due ragazzi nacque una  simpatia che sfociò poi in amore, anche se per Melissa era difficile fidarsi di qualcuno.

 Cameron però, non si arrese perché sentiva che lei era l’amore della sua vita e cercò il momento giusto per poter chiedere la mano alla sua amata. Un giorno la portò ad una partita e le chiese la mano. Dopo poco si sposarono. “Ero terrorizzata, non avrei mai più voluto attraversare  l’orrore che avevo vissuto, ma poi mi sono fidata. Oggi sono la moglie di un uomo meraviglioso. Mi ha reso una donna forte. Oggi aiuto le altre donne. Faccio in modo, che possano provare la stessa forza che ho scoperto di avere io. Ci sono donne che soffrono in silenzio e non hanno il coraggio di dire basta….. io le aiuto. Oggi dico grazie alla vita, che si mi ha fatto soffrire, ma poi mi ha regalato  Cameron, che è l’amore della mia vita. Non è mai troppo tardi per uscire dall’inferno, anche se il diavolo vive accanto a te. Se sei una vittima di violenza domestica, non arrendetevi mai.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here